Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Pratiche automobilistiche

 

Pratiche automobilistiche

Gli sportelli sono aperti dal lunedì al venerdì negli orari indicati in homepage. 

Per informazioni, si prega di chiamare il numero 044 286 62 50 dal lunedì al venerdì 12:00 - 13:00
oppure inviare un messaggio all'indirizzo: aire.zurigo@esteri.it
oppure consultare la sezione delle domande frequenti sui servizi consolari

Responsabile: dr.ssa Giuseppina Cirella

 

 

In caso di definitiva esportazione all'estero di un veicolo bisogna richiedere al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) la "Cessazione della circolazione per esportazione".

La radiazione per definitiva esportazione può essere richiesta dall'intestatario o dall'avente titolo (ad esempio l’erede o il proprietario non ancora intestatario al PRA) presso uno degli uffici ACI dislocati su tutto il territorio nazionale.

Con l’esportazione definitiva del veicolo, questo cessa di essere iscritto nel Registro Automobilistico e a partire dal periodo impositivo successivo alla data del rilascio del Certificato di Radiazione, si interrompe l'obbligo del pagamento della tassa automobilistica (bollo auto).

La pratica di radazione può essere presentata autonomamente dall'interessato o per il tramite del Consolato di competenza.

 

 

 

Pratica di radiazione a cura dell'utente

L’utente può provvedere autonomamente alla radiazione dell’autovettura presso qualsiasi ufficio ACI situato in Italia. Qualora le targhe siano state ritirate dalla motorizzazione svizzera, questo Consolato Generale rilascerà all’interessato la dichiarazione consolare “Esportazione vettura dall’Italia”.

Per ottenere la predetta dichiarazione occorrerà presentare la seguente documentazione in originale:

  1. dichiarazione della Motorizzazione svizzera che l’autovettura è stata nazionalizzata in questo Paese, con indicato la data di immatricolazione e  il ritiro e distruzione delle targhe

  2. carta di circolazione estera

  3. certificato di Proprietà (CdP)/Foglio complementare

In caso di furto, smarrimento o distruzione del Certificato di proprietà (CdP) o del Foglio complementare, va richiesto il rilascio del duplicato all'ufficio provinciale ACI - Pubblico Registro Automobilistico (PRA) secondo le modalità consultabili nel seguente sito: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/perdita-documenti.html

 

 

 

Pratica di radiazione per il tramite del Consolato Generale

Per procedere alla radiazione di veicoli con targa italiana esportati definitivamente in Svizzera, gli utenti, ove decidessero di avviare la pratica di radiazione dal PRA per il tramite del Consolato Generale devono presentarsi, senza bisogno di fissare un appuntamento, all'Ufficio Polisportello portando la seguente documentazione:

  1. nota di presentazione della formalità. Va compilata e sottoscritta dall'intestatario/avente titolo, presso questo Consolato Generale. In mancanza del Certificato di proprietà (CdP) sarà compilato in duplice esemplare il formulario NP3C, scaricabile dal sito: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica-pra.html
  2. carta di circolazione estera in originale emessa dallo Stato dove il veicolo esportato è stato reimmatricolato. Ove il libretto fosse rilasciato in lingua straniera occorre la traduzione del documento in italiano, che potrà essere fatta presso un traduttore conosciuto di riferimento di questo Consolato Generale (i nominativi sono reperibili al seguente link
  3. carta di circolazione italiana in originale, se restituita dalla Motorizzazione svizzera, o dichiarazione della Motorizzazione svizzera che ne faccia stato (ritiro, distruzione, ecc.). Ove la dichiarazione fosse rilasciata in lingua straniera occorre la traduzione del documento in italiano, che potrà essere fatta presso un traduttore conosciuto di riferimento di questo Consolato Generale (al seguente link)
  4. certificato di Proprietà (CdP)/Foglio Complementare in originale. Se trattenuto dalla Motorizzazione svizzera va allegata una Dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui si dichiara che il CdP è stato ritirato dalle autorità estere
  5. le targhe italiane, qualora in possesso dell’interessato, possono essere consegnate a questo Ufficio Consolare per la loro distruzione
  6. titolo di vendita in originale, se la radiazione è presentata da un soggetto non intestatario al PRA del veicolo per il quale viene richiesta la radiazione
  7. documento di identità/riconoscimento in corso di validità
  8. ricevuta del vaglia internazionale o del bonifico bancario per il pagamento degli oneri connessi alla radiazione da corrispondere all’ACI. Le coordinate bancarie e gli esatti importi degli oneri in vigore, oggetto di periodici aggiornamenti, sono consultabili al seguente indirizzo internet: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/esportazione.html. L’interessato dovrà altresì provvedere al pagamento anticipato delle spese postali necessarie per l’invio da parte dell’ACI del certificato di radiazione del veicolo, indicando l’indirizzo estero dove l’ACI provvederà a inoltrare il Certificato di Radiazione. Per le tariffe postali si rimanda al sito delle “Poste Italiane” nella sezione dedicata

Si ricorda che l’obbligo del pagamento della tassa automobilistica s’interrompe solo a partire dal periodo impositivo successivo all’avvenuta annotazione al P.R.A. della radiazione del veicolo. 

 

ALLEGATI:

 


138