Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il Consiglio Generale degli Italiani all'Estero (C.G.I.E.)

 

Il Consiglio Generale degli Italiani all'Estero (C.G.I.E.)

Il Consiglio Generale degli Italiani all'Estero (C.G.I.E.), istituito con Legge 6 novembre 1989 n. 368 (modificata dalla Legge 18 giugno 1998 n. 198, regolata con D.P.R. 14 settembre 1998 n. 329 e modificata dalla Legge 23 giugno 2014 n. 89) è il consulente del Governo e del Parlamento sui grandi temi di interesse per gli italiani all'estero.
Esso deriva la sua legittimità rappresentativa dall'elezione diretta da parte dei componenti dei Comites nel mondo e rappresenta un importante passo nel processo di sviluppo della "partecipazione" attiva alla vita politica del paese da parte delle collettività italiane nel mondo e allo stesso tempo costituisce l'organismo essenziale per il loro collegamento permanente con l'Italia e le sue istituzioni. Presidente è il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Il CGIE si compone di 63 Consiglieri, di cui 43 eletti  direttamente all'estero e 20 di nomina governativa.

I suoi organi istituzionali sono il Comitato di Presidenza (composto oltre che dal Ministro, dal Segretario Generale, da quattro Vice Segretari Generali e da undici  rappresentanti delle varie aree), le sette Commissioni Tematiche, le tre  Commissioni Continentali, i Gruppi di Lavoro e l'Assemblea Plenaria.

A seguito delle consultazioni elettorali svolte il 26 e 27 settembre 2015 l’organismo è stato completamente rinnovato e il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 gennaio 2016 ha completato il Plenum della nuova Consiliatura.

L’attuale Segretario Esecutivo, in carica dal 7 febbraio 2018, è il Consigliere d’Ambasciata Marcello Cavalcaselle.


505