Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CONNAZIONALI IN TRANSITO PER ZURIGO E DIRETTI IN ITALIA

Data:

06/05/2020


CONNAZIONALI IN TRANSITO PER ZURIGO E DIRETTI IN ITALIA

Ai connazionali diretti in Italia attraverso la Svizzera viene riconosciuto diritto al “transito”: con Ordinanza n. 2 del 13 marzo 2020, il Consiglio federale consente l’ingresso in Territorio elvetico a quanti “siano solo in transito in Svizzera con l’intenzione di recarsi direttamente in un altro Paese” (Art. 3).

Specie in passato, è stata data un’interpretazione restrittiva al concetto di “transito” (in senso tecnico il “transito” necessita il possesso di un unico titolo di viaggio, dallo scalo di partenza iniziale e fino alla destinazione finale e non due o più biglietti per ciascuna tratta).

Conseguentemente, sono state segnalate difficoltà a lasciare la zona di transito dell’aeroporto, come pure:

  • da parte di Compagnie aeree, che hanno rifiutato l’imbarco alla partenza dallo scalo da cui origina il viaggio;
  • raramente all’arrivo a Zurigo, quando la tratta finale del viaggio per l’Italia era prevista avvenire a distanza di molte ore, ovvero comportava addirittura un pernottamento;
  • quando la tratta finale del viaggio era prevista in treno: in tal caso era infatti necessario uscire dall’area riservata dell’aeroporto per raggiungere la stazione ferroviaria di Zurigo.

Il 29 aprile u.s., il Consiglio federale elvetico ha annunciato l‘intenzione di allentare “progressivamente le restrizioni d’entrata dovute al coronavirus in parallelo alla ripresa graduale dell’economia. Dall’11 maggio, saranno innanzitutto trattate le domande presentate prima del 25 marzo dai lavoratori provenienti dall’area UE/AELS e da Stati terzi (riduzione delle domande pendenti). Inoltre, a partire da questa data, sarà nuovamente possibile per i cittadini svizzeri e dell’UE il ricongiungimento familiare in Svizzera. Restano invece in vigore i controlli alle frontiere”.

Per i dettagli vedasi il Comunicato del Consiglio federale.

I connazionali in transito diretti in Italia possono utilizzare i seguenti collegamenti:

  • ALITALIA ha confermato dal 1° maggio 5 voli settimanali da Zurigo diretti a Roma Fiumicino (AZ 571), con partenza alle ore 11:05 ed arrivo alle 12:30 (non opera il martedì e il sabato).
    L’acquisto dei biglietti può essere effettuato tramite website Alitalia o qualsiasi agenzia online (anche per verificare gli orari dei voli, in questo frangente emergenziale suscettibili di cambiamenti e sporadiche cancellazioni). Chi si voglia mettere in contatto con i Call Center Alitalia può chiamare i seguenti numeri: +39 0665649; oppure (solo dalla Svizzera) 0 900 486 486
  • Le Ferrovie elvetiche (SBB.CH) garantiscono connessioni fino al confine con l’Italia; a Chiasso i passeggeri vengono fatti scendere e, una volta varcato il confine dopo un breve tratto a piedi, potranno raggiungere il proprio domicilio SOLO con mezzi privati (autonoleggio, auto privata...). Qualora i connazionali non si attenessero a tale disposizione, la Polizia si vedrà costretta a contattare la Protezione civile che si occuperà poi di trovar loro un alloggio adeguato dove trascorrere la quarantena, senza poter raggiungere la propria abitazione.

  • L’affitto di vettura/VAN, eventualmente con conducente, resta altra opzione praticabile per giungere in Italia.

845