Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

SPID E DECRETO MILLEPROROGHE: ULTERIORE PROROGA DI 15 MESI

Data:

02/03/2021


SPID E DECRETO MILLEPROROGHE: ULTERIORE PROROGA DI 15 MESI

Dal 1° ottobre 2020, SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti attraverso la creazione di un'unica Identità Digitale utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

I cittadini italiani iscritti all’AIRE presso questa circoscrizione Consolare non possono richiedere la tessera sanitaria italiana e per poter richiedere SPID devono quindi ottenere copia del codice fiscale rilasciata dall’ufficio Consolare incaricato.

A partire dal 28 febbraio 2021 tutti cittadini italiani residenti in Italia che richiedono servizi in rete alla Pubblica Amministrazione italiana devono certificare esclusivamente tramite lo SPID o la CIE la propria identità.

A seguito della conversione in legge del DL 183/2020, cd. "Decreto Milleproroghe", il termine entro cui i cittadini italiani che risiedono all’estero devono richiedere SPID, prorogato al 30 settembre 2021, è stato esteso di ulteriori 15 mesi fino al 31 dicembre 2022.

Coloro che sono in possesso di credenziali proprie, potranno continuare a utilizzarle fino al 31 marzo 2023 per accedere ai servizi in rete della Pubblica Amministrazione.

Fino al 31 dicembre 2022, i cittadini potranno infatti accedere ai servizi consolari in rete, senza impiegare lo SPID o la Carta d'identità elettronica, strumenti ancora poco diffusi presso la nostra comunità all'estero.

Al momento sono quasi 11.000 gli utenti registrati su Fast-It con lo SPID, su un totale di 675.000 utenti attivi (circa l'1,6%) e sono circa 26.000 le CIE emesse in favore di cittadini residenti in Paesi europei, su una collettività di 3,2 milioni di iscritti agli schedari consolari. 

In futuro SPID diventerà l’unico modo per accedere al portale Fast-It, quindi l’unico modo per richiedere la registrazione del cambio di indirizzo e molti altri servizi Consolari.

Per ottenere SPID sono necessari:

  • documento di riconoscimento italiano in corso di validità (carta di identità, passaporto, patente di guida italiana)
  • codice fiscale o certificazione del codice fiscale esistente
  • indirizzo e-mail
  • numero cellulare ad uso personale

Per il rilascio del codice fiscale o di certificazione del codice fiscale, consultare la pagina dedicata al seguente link.

Per maggiori informazioni sullo SPID e per una lista aggiornata dei gestori di identità abilitati, si vada al seguente link.

L’Agenzia Italiana per il Digitale (AgID) ha fornito suggerimenti concreti agli Identity Provider (IdP) per modificare le procedure di attribuzione delle credenziali. Tutti gli IdP hanno garantito la pubblicazione e la messa a disposizione della propria applicazione per il rilascio dello SPID su tutti gli store dei principali sistemi operativi a livello globale, senza alcuna limitazione geografica.

E' stata inoltre garantita la risoluzione della casistica dei richiedenti il cui documento italiano per l'attivazione sia privo dell'indirizzo di residenza all'estero, ma al tempo stesso non dispongano di tesserino del codice fiscale o di tessera sanitaria. Gli IdP hanno poi confermato che, in caso di mancata ricezione dell'SMS necessario per completare la registrazione o come fattore di autenticazione (dovuto generalmente a blocchi di operatori telefonici stranieri), sarà possibile procedere previo contatto con l'utente: gli IdP si sono impegnati a rendere esplicita tale possibilità attraverso specifici avvisi.

 


911